Archivio | timidity RSS for this section

Guitar Pro 5 sotto Linux

AGGIORNAMENTO:  Da pochi giorni è uscito Guitar Pro 6 che supporta nativamente GNU/Linux! Fai un salto qui!

E’ oramai da un pezzo che è uscita l’ultima release di GuitarPro, un programma che sicuramente gli addetti ai lavori conosceranno bene 😉

GP5

Fino ad ora ho provato a installare le precedenti release di GuitarPro nella mia Linux Box usando wine, ma i risultati sono stati sempre negativi.

Ho provato le varie alternative free come TuxGuitar o KGuitar, e devo dire che funzionano bene se vuoi ascoltare, imparare o scrivere al volo un pezzo per chitarra con un accompagnamento. Sono dei buoni software ma che per le mie esigenze non bastano. Per la maggior parte delle volte possono bastare ma la completezza degli strumenti presenti in Guitar Pro non ha eguali. Vediamo ora come installare e far funzionare Guitar pro in emulazione con wine.
Continua a leggere…

Utilizzare i Soundfont in linux

Prima di cominciare: Cosa sono i soundfonts?

In pratica i soundfonts sono dei banchi di uno o più suoni. Essi hanno estensione .sf2 e possono essere usati in sostituzione dei banchi presenti di default nei sintetizzatori delle schede audio, oppure possono essere caricati su una tastiera o synth che li supporta in modo da avere “strumenti” in più di quelli caricati dalla fabbrica!

Orecchio

Ora vediamo come modificare i suoni di default della nostra scheda audio per renderli più possibile simili alla realtà, oppure come usare il computer come expander per la propria tastiera/synth.
Continua a leggere…

Installazione e configurazione di Timidity su Linux (Ubuntu Feisty)

Ecco una breve guida per aiutare chi vuole installare Timidity e trova delle difficoltà.

Innanzitutto cos’è Timidity? E’ un sequencer/riproduttore virtuale di MIDI. Virtuale nel senso che, a differenza dei vari synth presenti sulla scheda audio, timidity è un software che traduce da MIDI a PCM (o altri formati) in modo diretto (realtime). In questo modo può dotare di supporto in riproduzione di MIDI le schede che non sono dotate di questo chip (o in caso che tale chip non sia supportato).

Logo_MIDI

Lo possiamo usare “stand-alone”, ovvero come riproduttore di midi:

$ timidity file.mid

Oppure come serve. In questo caso viene creato un device che il nostro sistema vede come porta MIDI vera e propria (in realtà più di una porta). In questo modo, possiamo utilizzare tutte le applicazioni che si appoggiano direttamente al MIDI (Sequencer, player, tastiere virtuali, etc…).

Vediamo ora come installarlo e usarlo come server.
Continua a leggere…

Realizzare una Workstation Audio (DAW) con linux

Alcune premesse

  • Per semplicità la guida fa riferimento a Ubuntu Feisty 7.04, ma le specifiche possono essere riadattate per qualsiasi distribuzione linux
  • Questione Hardware: Qualsiasi computer “nuovo” e perfetto per questo scopo, ciò non preclude però che potete fare esperimenti anche con computer più datati. Io per esempio, ho allestito a tale scopo un PIII 900 MHz, con 512 MB di ram e 2 dischi (uno per il sistema e uno per le home). Con qualche ottimizzazione, questo pc, soddisfa a pieno le mie esigenze. Chiarisco che non lo uso per registrazione multitraccia con 20 tracce contemporanee, ma viene usato per la registrazione di idee, cioè mi faccio la mia base di batteria con Hydrogen e registro voce e chitarra ad alta qualità (96Khz – 24 bit) ma senza avere pretese da studio di registrazione. Quindi valutate le vostre esigenze.
  • Scheda audio: ok questo poteva stare tranquillamente nel punto precedente ma voglio spendere 2 parole a parte per questa questione. La scelta della scheda audio dipende da 2 (3) fattori principali:
  1. Cosa e come abbiamo in mente di registrare
  2. Budget a disposizione
  3. (Funziona sotto linux???)

Questo dovete valutarlo voi… vi dico solo che ci sono delle ottime schede supportate benissimo anche da linux, ma per evitare di fare pubblicità, lascio cercare a voi quali sono 🙂

  • Prerequisiti: non è richiesta una profonda conoscenza di un sistema linux, ma bisogna sapersela cavare in caso qualcosa vada storto 🙂

DAW

Detto questo, cominciamo a vedere come allestire la nostra DAW.
Continua a leggere…