Installazione e configurazione di Timidity su Linux (Ubuntu Feisty)

Ecco una breve guida per aiutare chi vuole installare Timidity e trova delle difficoltà.

Innanzitutto cos’è Timidity? E’ un sequencer/riproduttore virtuale di MIDI. Virtuale nel senso che, a differenza dei vari synth presenti sulla scheda audio, timidity è un software che traduce da MIDI a PCM (o altri formati) in modo diretto (realtime). In questo modo può dotare di supporto in riproduzione di MIDI le schede che non sono dotate di questo chip (o in caso che tale chip non sia supportato).

Logo_MIDI

Lo possiamo usare “stand-alone”, ovvero come riproduttore di midi:

$ timidity file.mid

Oppure come serve. In questo caso viene creato un device che il nostro sistema vede come porta MIDI vera e propria (in realtà più di una porta). In questo modo, possiamo utilizzare tutte le applicazioni che si appoggiano direttamente al MIDI (Sequencer, player, tastiere virtuali, etc…).

Vediamo ora come installarlo e usarlo come server.

Come al solito, in tutte le guide che troverete quì, si fa riferimento alla distribuzione Ubuntu (Feisty), ma questo non vuol dire che tutte le operazioni sono traducibili per tutte le distribuzioni Linux.

Per prima cosa installiamo timidity:

$ sudo apt-get install timidity

Fatto questo, vediamo quali sono i file da modificare per rendere timidity disponibile in modalità server.

Dobbiamo far capire a timidity che deve mettersi in “ascolto”come sequencer per ALSA. Quindi dobbiamo modificare il file /etc/default/timidity e cambiare alcune impostazioni:

$ sudo gedit /etc/default/timidity

e modifichiamo la seguente linea

#TIM_ALSASEQ=true

in questo modo

TIM_ALSASEQ=true

Dobbiamo poi modificare l’ultima riga del file in questo modo

TIM_ALSASEQPARAMS="-iA -B2,8 -Os1l -s 44100"

Dovrebbe già essere presente una riga che definisce TIM_ALSASEQPARAMS, ma noi la modifichiamo in questo modo. Fatto questo salviamo e chiudiamo il file. Ora dovrebbe essere possibile avviare timidity come server con il comando:

$ sudo /etc/init.d/timidity start

Se avete seguito correttamente tutto fino a quì, timidity dovrebbe essere partito e funzionante.

Per i più esigenti:

Qualcuno potrebbe non essere contento dei sound-font installati di default con timidity. Bene, nessun problema, in rete ce ne sono a tonnellate e per tutti i gusti. Questi sound-font hanno estensione .sf2 e possono essere scaricati e messi nella cartella /usr/share/timidity:

$ sudo mkdir /usr/share/timidity
$ sudo mv file.sf2 /usr/share/timidity
$ sudo gedit /etc/timidity/timidity.cfg

e applicare le modifiche che seguono:

#source /etc/timidity/freepats.cfg
dir /usr/share/timidity/
soundfont file.sf2

e riavviare il servizio:

$ sudo /etc/init.d/timidity restart

Piccola nota: Può essere che troviate i sound-font in un formato diverso dal .sf2, niente paura! Sono compressi, per decomprimerli basta usare sfArk.

Buon MIDI a tutti!

About axeldamage

Mad Scientist

24 responses to “Installazione e configurazione di Timidity su Linux (Ubuntu Feisty)”

  1. Alessandro says :

    aiuto..em premesso che uso Ubuntu 7.10(e linux in generale) da poco meno di una settimana, quando dici di avviare timidity mi da un errore..il bello che non riesco neanche a disinstallare il pacchetto (da Synaptic) per provare a rimetterlo^^
    Ho modificato l’ultima riga cm hai indicato tu:
    TIM_ALSASEQPARAMS=”-iA -B2,8 -Os1l -s 44100″
    sai mica la riga non modificata com’era? tento di reinstallarlo
    grazie

  2. axeldamage says :

    @Alessandro
    Dovresti essere + specifico sull’errore che ti da!
    Mi sembra strano il fatto che non puoi disinstallarlo con Synaptic…
    La riga non modificata non mi ricordo quale sia… ma credo che una impostazione di dafault sia “-iA”
    Ciao ciao!

  3. Alessandro says :

    Per motivi oscuri ora si avvia senza che abbia fatto niente!
    Grazie dell’interessamento ciao!

  4. blitzx says :

    Alessandro: può essere che bisogna eliminare il $ iniziale? Così facendo sono riuscito ad avviare il Timidity.
    Una cosa che sto capendo, in queste poche ore d’esperienza e inizio d’avventura in Linux, è che a volte vengono riportati dei comandi un pò imprecisi, non tanto per colpa di chi scrive le guide (anzi un grazie infinito a chi si mette a disposizione!!!)…

    A volte può esserci qualche nome di comando un pò diverso o nomi di file che cambiano nel tempo (prendendo ad esempio i drivers di qualche componente) e sulla guida vengono citati dei comandi diversi, quel pochissimo che basta per poi scoprire, dopo ore, di nomi minimamente differenti.🙂

    L’unica cosa da fare è annotare il fatto che nomi di file e comandi possano variare leggermente da pc a pc e di periodo in periodo.😉

  5. andrea says :

    ciao sn andrea

    volevo sapere dove posso trovare timidity e se esiste una versione in italiano…
    grazie a presto

  6. Luca says :

    ciao, questa guida so che è piuttosto vecchia, comunque invece di dare
    sudo /etc/init.d/timidity start
    bisognerebbe dare
    sudo /etc/init.d/timidity restart
    (come hai scritto alla fine), altrimenti dice [fail]
    guida molto utile comunque, grazie

  7. Fabio says :

    ciao ragazzi:

    1)sì, è utile e chiara come guida.

    2) facendo “sudo /etc/init.d/timidity restart” parte è vero, ma ho un problema. Riporto:

    sudo /etc/init.d/timidity restart
    * Stopping TiMidity++ ALSA midi emulation… [ OK ]
    * Starting TiMidity++ ALSA midi emulation… [ OK ]
    aabbio@aabbio-desktop:~$ No protocol specified
    XOpenDisplay() failed
    Home directory /etc/timidity not ours.
    ALSA lib pcm_dmix.c:1008:(snd_pcm_dmix_open) unable to open slave

    help! Sembra sia installato correttamente, ma impostato male.

    3) Ho capito bene? questo programma è necessario per far funzionare Guitar Pro?

  8. Ivan says :

    Ciao a tutti, pure io sono un novello in linux ed ho installato Ubuntu 9.10 ed aggiornato poi con synaptic in Ubuntu studio.

    Anch’io ho un problema ad avviare Timidity come server. Di seguito riporto l’errore che mi da:

    utente@ubuntu:~$ sudo /etc/init.d/timidity restart
    * Stopping TiMidity++ ALSA midi emulation… [ OK ]
    * Starting TiMidity++ ALSA midi emulation… /usr/bin/timidity: invalid option — ‘0’
    Could not understand option : try –help
    [fail]
    Chi sa aiutarmi?

  9. ivoermejo says :

    eh sì ho lo stesso errore di Fabio
    No protocol specified
    XOpenDisplay() failed
    Home directory /etc/timidity not ours.

    questa sera proverò ad eseguire quello che ho trovato nel link qui sotto
    http://wiki.ubuntu-it.org/Multimedia/Audio/MidiUbuntu

  10. Nicola says :

    ho seguito il procedimento che ha posta ivoermejo
    e mi dice:

    No client/port specified.
    You must supply one with the -p option or with the
    environment variable ALSA_OUTPUT_PORTS

  11. qualcuno says :

    come faccio a sapere se timidity è aperto o meno? perchè io lo apro per far funzionare guitar pro5 ma non esce nessuna finestra tanto meno compaiono altre opzioni tra le porte d’uscita del suono di guitar pro
    P.S.
    uso linux mint e mi sono trovato sempre bene con le guide per ubuntu 11 quindi credo sia quello😄

  12. Franco says :

    Ho capito che siete bravi con l’audio in Ubuntu linux. Io sono alle prime armi ed ho un problema che sembra impossibile da risolvere. Possiedo una M-Audio audiophile, un po’ datata ma eccellente. Su ubuntu funziona bene, però non riesco a catturare suoni esterni. Non riesco a registrare da radio parabola ecc.., le fonti esterne sono escluse La scheda funziona invece benissimo nella registrazione in streaming. E’ come se funzionasse a metà. Forse qualcuno di Voi può darmi una mano. In attesa vi saluto caramente

  13. axeldamage says :

    La audiophile dovrebbe essere pienamente supportata in linux. Purtroppo però così su due piedi non è possibile fare una diagnosi! Prova a controllare nel mixer audio, anche da quello di riga di comando (alsamixer) se tutti i volumi e i “mute” sono nella posizione corretta!🙂
    Ciao

  14. Franco says :

    Ringrazio axeldamage per la sua cortesia. Con alsamixer ho aperto tutto quello che potevo. Ho settato pulse audio in tutti i modi possibili. Quello che è strano è che la scheda viene vista da Ubuntu, ma non riesco in nessun modo a far entrare una fonte audio dall’esterno. Bisogna aprire qualche porta? E’ necessario convertire il suono? Bo!!!!
    E’ una situazione interessante per imparare molte cose anche se mi crea un certo disagio!! ma fa lo stesso.Avanti!!

  15. axeldamage says :

    Eh purtroppo non avendo la scheda sotto mano non posso dirti di più!! Conversioni non ne dovresti fare. Però, ora che ci penso… la audiophile dovrebbe essere controllabile dall’interfaccia envy24control presente nel pacchetto alsa-tools-gui oppure dalla nuova mudita24, che è presa sempre da envy24 ma con qualche features in più (http://code.google.com/p/mudita24/). Entrambi i pacchetti sono presenti nei repository di ubuntu (io ho oniric)!
    Fammi sapere se riesci a fare qualcosa!!🙂

  16. Franco says :

    Provo e ti ringrazio

  17. Franco says :

    Non funziona ho lanciato i comandi anche da terminale ma nulla. Non funziona . Non è la strada giusta. Ma tu mi sai dire che cosa è Qjackctl? Forse con questo….

    Ciao e grazie di tutto quello che hai cercato di fare…….

  18. axeldamage says :

    E’ troppo poco come info “non funziona”🙂 Dovrei sapere l’errore che ti da… Partono le applicazioni? Riesci a settare i volumi? Ti danno qualche errore di scheda non riconosciuta? Essendo applicazioni specifiche pensate per quella scheda (e le altre con lo stesso chip) dovrebbe funzionare!
    Qjackctl è l’interfaccia di controllo del server audio jack. Potresti provare con quello… seleziona la scheda corretta dalla finestra di setup e poi avvialo. Nella finestra delle connessioni hai gli ingressi e le uscite. A questo punto per registrare ti serve un software che supporti jack, come ad esempio Ardour!
    Ciao🙂

  19. Franco says :

    Ho scaricato Envy24 control da ubuntu Software center

    Cinque file sono finiti in Audio e video questi file non funzionano da programma allora li ho lanciati da terminale e mi dicono

    Echomixer – No Echoaudio cards found, sorry
    Envy24control – No ICE1712 cards found
    HDSPConf – comando non trovato
    HDSPMixer – comando non trovato
    rmedigicontrol – no RME Digi Souncard found

    Sembra che non trovi nulla

    Io uso ubuntu 11.04 e mudita24 non c’è in ubuntu software center e al tuo indirizzo è un tar.gz. Sono file che, pur leggendo il file readme, non riesco ad installare.

    Ti ringrazio ciao

  20. axeldamage says :

    Eh allora sembrerebbe che non rilevi correttamente la scheda! A questo punto non saprei che consigli darti perché bisognerebbe mettere le mani sul pc… l’unica cosa è provare a vedere l’output del comando dmesg nelle parti relative alla scheda per capire se c’è qualcosa che non quadra quando carica i moduli!

  21. Franco says :

    A questo punto vedo di cambiare scheda. Ti ringrazio di cuore e buoan notte!!!

  22. axeldamage says :

    Mi spiace… anche perché nonostante abbia qualche anno è comunque una buona scheda…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: