Absinthe

Nei piccoli ritagli di tempo che l’università mi permette, riesco a dedicarmi a un progetto che inseguo da tempo: quello di costruirmi un sintetizzatore modulare completamente analogico.

Per capire meglio cos’è un sintetizzatore, basta cliccare sul link precedente per vedere la pagina della WikiPedia.

Intendiamoci: non parto a progettare un sintetizzatore da zero, anche perché qualcuno ci ha già pensato prima di me🙂.

Gli schemi a cui faccio riferimento sono interamente (credo!) progettati da un certo Ray Wilson e potete trovarli sul sito MusicFromOuterSpace. Dove ci sono tutti (e anche di più) gli schemi circuitali dei moduli che servono per avere un sintetizzatore modulare completo e funzionale. Come primo obiettivo pensavo di realizzare una decina di moduli che sono quelli basilari per avere un buon “parco” di suoni.

Nel frattempo mi sono divertito a costruirmi i vari moduli come patch per OM-Synth che è un software che funge da Realtime modular Synthesizer che si appoggia sui plugin (Omins) LADSPA e DSSI per la generazione/elaborazione dei segnali audio. Il mio attuale lavoro consiste nel ricreare i vari moduli con le connessioni (In e Out) che avrebbero nella realtà, in modo da poter testare le possibilità timbriche del mio futuro (SE arriverò alla fine😀 ) progetto hardware vero e proprio.

Ecco un assaggio dello stato attuale delle cose

Om-Synth Absynthe

Cliccate sull’immagine per vederla tutta!

Come ho detto, per ora è solo un prototipo software funzionante (spero di mettere on-line qualche sample).

Per saperne di più ecco uno schema molto semplice e chiaro, disegnato da Ray Wilson, che illustra come funzionano e come connettere tra loro i vari moduli del sintetizzatore.

Analog Synth Block Diagram

Per chi volesse provare le mie patch per om-synth sono scaricabili qui.

About axeldamage

Mad Scientist

3 responses to “Absinthe”

  1. william says :

    ho provato a scaricare le patch ma il link non e’ piu’ attivo!

    ciao
    william

  2. axeldamage says :

    @william
    Link aggiornato… grazie mille per la segnalazione!🙂

  3. Annalisa says :

    Complimenti per la caldaia remota!
    Anch’io voglio costruirmi un sintetizzatore modulare!
    in bocca al lupo (così rimbomba meglio!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: